EDITORIALE

Napoli 07-12-2016 accensione N'Albero nella foto visto da Posillipo rampe sant'antonio
Editoriale

Monumenti effimeri

di Cesare de Seta

Napoli ha una plurisecolare tradizione di feste civili e religiose per le quali venivano costruiti apparati magnifici soprattutto tra Sei e Settecento. Basti ricordare quelli di Ferdinando Sanfelice. Poi s’appannò questa tradizione o perso il fasto che aveva avuto.

Il punto di vista Acen

La posizione Acen

La città degli “eventi” e la città della “produzione”

La grande crisi degli ultimi decenni  ha rappresentato un momento di rottura del  modello economico-territoriale che si era consolidato  fin dal dopoguerra nell’area napoletana; il disfarsi dei fondamentali del sistema fordista ed il precipitare dei fattori che, sul piano urbanistico, avevano regolato l’evolversi dell’organizzazione produttiva della città, hanno determinato nuove morfologie insediative decretate, in parte,...

Ultimi Interventi

Recent comments
Paola Musella

Commento di Paola Musella
Monumenti effimeri

La torre piramide era un'operazione commerciale, ci e' stato detto che il Comune guadagnava dal fitto dello spazio, anche se a mio parere non si "vende" la bellezza, sarebbe prostituzione…
Giovanni

Commento di Giovanni
2017: si cambia marcia

Dottore De Gregorio forse le sfugge che i treni nuovi della linea Benevento_Napoli sono inadeguati:solo due carrozze per convoglio, posti a sedere pochi, scomodi e stretti, numero di corse ridotto…
Bruno Mazza

Commento di Bruno Mazza
2017: si cambia marcia

Sono un ingegnere dei trasporti, ex dirigente della Provincia di Napoli. Seguo con interesse il Suo operato. Bene così. Complimenti e buon lavoro. Ove ne avesse necessità, sarei felice di…
isabella guarini

Commento di isabella guarini
2017: si cambia marcia

Troppe risorse per investimenti nella realizzazione di linee ferrate e pochissime risorse per il loro funzionamento. Così i nuovi binari sono diventati morti. Se saranno impiegate le risorse necessarie al…

Archivio progetti

EDITORIALE

Napoli 07-12-2016 accensione N'Albero nella foto visto da Posillipo rampe sant'antonio
Editoriale

Monumenti effimeri

di Cesare de Seta

Napoli ha una plurisecolare tradizione di feste civili e religiose per le quali venivano costruiti apparati magnifici soprattutto tra Sei e Settecento. Basti ricordare quelli di Ferdinando Sanfelice. Poi s’appannò questa tradizione o perso il fasto che aveva avuto.

Columnist

Il punto di vista dell'Acen

La posizione Acen

La città degli “eventi” e la città della “produzione”

La grande crisi degli ultimi decenni  ha rappresentato un momento di rottura del  modello economico-territoriale che si era consolidato  fin dal dopoguerra nell’area napoletana; il disfarsi dei fondamentali del sistema fordista ed il precipitare dei fattori che, sul piano urbanistico, avevano regolato l’evolversi dell’organizzazione produttiva della città, hanno determinato nuove morfologie insediative decretate, in parte,...

Documenti

Ultimi Interventi

Recent comments
Paola Musella

Commento di Paola Musella
Monumenti effimeri

La torre piramide era un'operazione commerciale, ci e' stato detto che il Comune guadagnava dal fitto dello spazio, anche se a mio parere non si "vende" la bellezza, sarebbe prostituzione…
Giovanni

Commento di Giovanni
2017: si cambia marcia

Dottore De Gregorio forse le sfugge che i treni nuovi della linea Benevento_Napoli sono inadeguati:solo due carrozze per convoglio, posti a sedere pochi, scomodi e stretti, numero di corse ridotto…
Bruno Mazza

Commento di Bruno Mazza
2017: si cambia marcia

Sono un ingegnere dei trasporti, ex dirigente della Provincia di Napoli. Seguo con interesse il Suo operato. Bene così. Complimenti e buon lavoro. Ove ne avesse necessità, sarei felice di…
isabella guarini

Commento di isabella guarini
2017: si cambia marcia

Troppe risorse per investimenti nella realizzazione di linee ferrate e pochissime risorse per il loro funzionamento. Così i nuovi binari sono diventati morti. Se saranno impiegate le risorse necessarie al…

Video

Archivio progetti

La citta’ di domani

a cura di

logoinarc1-bianco

Redazione: Carlo De luca (Coordinamento) – Giovanni Aurino – Marco Fabio De Lillo – Riccardo Rosi

Napoli

Stadio San Paolo 2015
Napoli

Stadio San Paolo

LO STADIO S.PAOLO, UNA STORIA INFINITA. È da alcuni anni che il tema del costruire nel costruito, e cioè di un intervento di modificazione dell’archit...
Cover napoli - P.TTA SETTEMBRINI
Napoli

Via Settembrini

In seguito al nubifragio di eccezionali proporzioni abbattutosi sulla città di Napoli in data 15.09.01 (in poche ore sono caduti tra i 140 e i 180 mm ...
copertina
Napoli

Funtana Abbascio

UPDATE #05 Ad Altavilla Irpina, dal mese di Marzo 2015, è stato condotto un processo partecipativo attraverso cui gli abitanti hanno espresso i  loro ...
La città di domani, Temi città di domani

L’architettura delle stazioni

Le stazioni come luoghi di soglia o di margine dove si ripete centinaia di volte al giorno la liturgia del saluto o dell’addio. Luoghi che, sin dalla fine dell’Ottocento hanno ben espresso lo spirito della modernità architettonica e della crescita urbana delle grandi capitali internazionali. Da quelle ottocentesche come l’Anhalter-Banhof di Berlino, la stazione di...

Mondo

0.Immagine Cover
Mondo

Lo Stadio nuovo di Bordeaux

Se la forma non insegue l’esibizione. Il nuovo stadio a Bordeaux di Herzog & de Meuron. L’iperbole è la figura retorica che contraddistingue, in g...
copertina
Mondo

“El Porvenir” – Bogotà

“Se un sud molto più a sud dà lezioni a Napoli.” Da Medellin a Bogotà, la Colombia riscatta il degrado sociale con nuove architetture di qualità. La q...
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Cesare de Seta: O' Cuorno e' un'idea di una volgarità sorprendente e rammarica che si sia scaduti dagli "apparati" di Sanfelice a O'Cuorno.

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli