Beni culturali: Napoli, restaurato portale Palazzo Maddaloni

A cura della nagora

É stato restituito a napoletani e turisti il portale di Palazzo Maddaloni che porta la prestigiosa firma di Cosimo Fanzago. Il restauro del portale monumentale è solo il primo risultato di un intervento complessivo che dovrebbe concludersi entro la fine del 2016 quando saranno conclusi anche i lavori sulle facciate esterne, gli interventi alla parte basamentale e a tutta l’impiantistica del complesso. ”Oggi – ha detto il sindaco Luigi de Magistris – è il primo tassello di un grandissimo lavoro di squadra. La nostra amministrazione ha cercato di sbloccare le incrostazioni che hanno caratterizzato i lavori di questo restauro che non è ancora finito, ma che costituisce un ulteriore risultato dell’opera di restituzione alla città e al mondo della bellezza di Napoli”. “Questa – ha concluso il sindaco – è la strada in cui crediamo molto e che proseguiremo”. Un percorso accidentato, quello del restauro di Palazzo Maddaloni, che va avanti dal 1981, anno in cui fu ammesso a usufruire delle risorse delle legge 219 a seguito del terremoto del 1980 che danneggiò gravemente la struttura. Sebbene la pratica per la ristrutturazione fu presentata subito, i lavori sono iniziati solo nel 2010. ”Fino al 2000 – ha spiegato Roberto Castelluccio consulente scientifico, già direttore dei lavori fino al 2013 – il Comune non aveva mai esaminato la pratica. Solo nel 2010, a seguito di un’ordinanza del Tar, è finalmente avvenuto il finanziamento e sono riusciti a partire i lavori anche grazie all’azione meritoria dell’amministrazione comunale de Magistris che finalmente riesce a programmare i pagamenti dando così certezza dei tempi”. Oggi la direzione dei lavori è affidata alla ‘Gamma Ingegneria’ di Nicola Marchetti e Veronica Vitiello che si avvalgono della collaborazione degli ingegneri Marco Quaranta e Luigi Castelluccio e degli architetti Adele Castelluccio e Maria Rosaria Vigorito. Un’opera Palazzo Maddaloni che – come sottolineato – rappresenta ”una delle esperienze architettoniche principali della città insieme a Palazzo Donn’Anna’.

 

Fonte: Ansa

5 febbraio 2016

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli