Confindustria: l’Italia cresce meno delle attese

A cura della Redazione Nagorà

La crescita rallenta e l’evasione fiscale “pesa” 122 miliardi. Questi in sintesi i dati dell’ultimo studio di viale dell’Astronomia. La crescita del Pil si attesterebbe a quota + 0,8% per il 2015, la previsione era invece di un +1%, con un incremento previsto dell’1,4%  per il 2016 contro l’1,5% sperato tre mesi fa. Pesante il bilancio dell’evasione fiscale: sarebbero 122 i miliardi sottratti all’erario per il solo 2015 nel Paese, quasi il 7,5% del Prodotto interno lordo. “Un livello assolutamente patologico” per il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. “Quest’estate l’economia italiana invece di accelerare ha subito a sorpresa un rallentamento progressivo” ha evidenziato il direttore del Centro studi di Confindustria Luca Polazzi. “C’è la ripresa, ma è debole” ha commentato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, intervenuto alla presentazione.

17 dicembre 2015

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli