Docks di Marsiglia

A cura della Redazione Nagorà

Dopo due anni di lavoro, orchestrati dallo studio di architettura 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo, i Docks di Marsiglia apriranno al pubblico Sabato 10 Ottobre 2015 alle ore 10:00. L’edificio storico ristrutturato ospiterà principalmente negozi locali evidenziando l’artigianato marsigliese e regionale.
L’agenzia 5+1AA, che ha aperto la sua sede in Francia nel 2007, ha vinto il concorso nel 2009 per la riqualificazione degli spazi al piano terra e dei piani interrati dei Docks di Marsiglia, spazi che rappresentano una superficie totale di 21.650 m². Il progetto fortemente voluto da Constructa Urban System vede la stessa come Committenza delegata al fianco di JP Morgan Asset Management che ha creduto in un progetto innovativo nel concept e nell’architettura..
Storicamente i Docks sono posizionati sulla linea di demarcazione tra il mare e la città, questo taglio forte e netto del territorio ha permesso agli architetti Alfonso Femia e Gianluca Peluffo di trasformarlo in un luogo di dialogo. Il loro concetto ha come vocazione l’integrazione delle due anime della città, quella urbana e quella marittima. I Docks diventano un luogo permeabile e poroso creando un paesaggio tra città e natura. Questa relazione si sviluppa attraverso i due assi Nord-Sud ed Est-Ovest, il Nord per la città contemporanea, il Sud per la città storica, l’Oriente per la città moderna e l’Occidente per il porto riconquistato.
Viene cosi a ricrearsi un luogo in continuità con il sistema longitudinale greazie agli edifici alle estremità dei Docks che si affacciano rispettivamente sulle due piazze, una storica, la Place de la Joliette e l’altra invece, in fase di nascita, la Place de la Méditerranée. Il progetto diventa quindi un un “nodo” urbano di scambio e interazione tra due parti di Marsiglia.
Gli architetti reinterpretano anche l’organizzazione degli spazi che comunicano tra di loro, con la città e il mare e creano un nuovo luogo di socialità fortemente marcato dal tema del territorio del Mediterraneo.
La proposta di 5+1AA prevede un intervento nel seminterrato dei Docks per passare da un sistema chiuso ad un sistema aperto articolato con penetrazioni, trasparenze, creando un luogo che si estende fino al mare .
Il progetto ha ridefinito le quattro corti in aree commerciali, artistiche e culturali, che si estendono dall’interno verso le due piazze esterne e le due vie adiacenti, creando così quattro pause all’interno di un percorso trasversale.
Il Porto, il VIllaggio e il Mercato sono i tre temi che, grazie a materiali sorprendenti, scenografie inattese e piante adattate, punteggiano i nuovi spazi di questo edificio simbolo di Marsiglia.
Foto a cura di ©L.Boegly.

10 dicembre 2015

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli