Gianluca Basile, Direttore Generale Universiadi 2019

A cura della Redazione Nagorà

Napoli è una citta dello sport ed una citta di sportivi e anche per questo che, dopo numerosi sopralluoghi, e’ stata designata dalla Federazione Internazionale Sport Universitari (FISU) come sede per le Universiadi Estive 2019. Ma cosa sono queste Universiadi? Sono Olimpiadi Universitarie, manifestazioni sportive multidisciplinari corrispondenti ai Giochi olimpici (sia invernali sia estivi); il suo svolgimento è biennale; vi partecipano studenti iscritti a tutte le università del mondo.

Per la FISU e’ un ritorno in Europa dopo vari anni in cui le Universiadi Estive si tengono in paesi orientali (l’ultima edizione in Europa c’e’ stata nel 2009 a Belgrado, la prossima si svolgera’ a Taipei nel prossimo mese di Agosto 2017).

A Napoli e’ previsto l’arrivo di piu’ di 10.000 atleti provenienti da 170 diversi paesi che gareggeranno in 18 diverse discipline sportive in più di 60 impianti sportivi (tra impianti per competizione ed impianti per allenamento), per 12 giorni tra luglio/agosto 2019. La manifestazione ha una copertura televisiva e dei mezzi d’informazione in genere di livello internazionale ed oltre agli atleti arriveranno in citta’ delegazioni, giornalisti ed esperti da tutto il mondo.

Lo Stato e la Regione Campania hanno reso disponibili circa 270 milioni di euro per la manifestazione ed e’ un’occasione unica per promuovere ancora di piu’ nel mondo la citta’ di Napoli e tutta la Regione Campania e per proporla alla ribalta nazionale ed internazionale come luogo in cui si svolgono manifestazioni sportive di livello internazionale.

La designazione e’ avvenuta ad Aprile di quest’anno su un dossier che, visto il poco tempo a disposizione, ha puntato sulla riqualificazione degli impianti sportivi esistenti, sulla realizzazione di un villaggio olimpico su 2/3 siti tra cui quello più importante rappresentato da due navi da crociera ormeggiate nel porto di Napoli capaci di ospitare 7-8.000 atleti.

Nel mese di dicembre saranno scelti definitivamente dalla FISU e le Federazioni Internazionali di ogni sport, gli impianti sportivi da utilizzare per le competizioni e per gli allenamenti delle Universiadi e si partirà con i lavori di manutenzione ed adeguamento degli impianti da utilizzare.

In questo periodo e’ in corso un accurato screening di tutti gli impianti sportivi presenti a Napoli e provincia ed in tutta la Regione Campania, ed anche a causa degli elevati standard e requisiti tecnici richiesti dalla FISU, abbiamo verificato che c’e’ un’ampia scelta di impianti ma molti sono obsoleti o con scarsa manutenzione e che c’e’ necessita’ di intervenire su tutti gli impianti, anche su quelli dove già normalmente si svolgono competizioni di livello nazionale ed internazionale.

I requisiti che gli impianti debbono rispettare per lo svolgimento delle Universiadi sono gli stessi di quelli richiesti per le Olimpiadi e, quindi, sarà una bella sfida dotare Napoli e la Regione Campania di impianti sportivi rinnovati dove si potrà praticare più facilmente attività sportiva di elevato livello. Un grande lavoro che ci aspetta e che intendiamo fare in accordo con tutte le parti sociali, con procedure chiare e trasparenti, per garantire che anche la fase di preparazione dell’evento e dei lavori, in particolare, sia veloce ma caratterizzata da elevati standard di qualità e sicurezza.

Gianluca Basile, Direttore Generale Universiadi 2019

7 novembre 2016

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli