La città di domani

La città è il luogo di rappresentazione della memoria di una comunità che si trasforma nel corso del tempo, portando con sé la consapevolezza delle proprie stratificazioni. Le città che si trasformano e si proiettano verso il futuro, riescono veramente ad allontanarsi dal passato solo se continuano a guardarne il volto e a sentirne il respiro. Una riflessione sulle città contemporanee non può più prescindere dall’Architettura che ha oggi l’esigenza di riconquistare quella centralità disciplinare che le era propria in passato e che oggi cerca di riaffermarsi nel processo di costituzione delle nuove strategie urbane. Le città di domani è la sezione di nagorà, curata dall’InArch Campania, che si occupa di Architettura attraverso la pubblicazione di progetti, idee e proposte trasformative. Per ogni numero di nagorà l’InArch sceglierà un tema o un luogo, rispetto a cui verranno ospitati progetti recenti che riguarderanno Napoli e il suo territorio a confronto con interventi analoghi realizzati in altri luoghi del mondo. Secondo un criterio possibilmente inclusivo, tenderemo ad ospitare tutti i progetti che riterremo compatibili con l’esigenza di documentare, attraverso i diversi luoghi e temi, le potenzialità trasformative della città, salvo specifiche esigenze redazionali.
In questo senso, la sezione è aperta anche ai contributi esterni, per cui chiunque potrà inviare un suo progetto per Napoli che potrà essere pubblicato.

La stazione di Liegi di Santiago Calatrava – Una rigenerazione urbana ad Alta Velocità

La stazione di Liegi di Santiago Calatrava – Una rigenerazione urbana ad Alta Velocità

A cura della Redazione Nagora

La stazione di Liegi di Santiago Calatrava è tra i migliori esempi di una generazione d’infrastrutture ferroviarie che si sta definitivamente lasciando alle spalle la tecnologia “pesante”, che dall’epoca del vapore in poi, ha ipotecato questa tipologia architettonica. Il progettista resta fedele ad alcuni dei suoi stilemi più tipici e apre ventagli di vertebre e…

La stazione di Afragola di Zaha Hadid – Un rinnovato rapporto con il paesaggio contemporaneo

La stazione di Afragola di Zaha Hadid – Un rinnovato rapporto con il paesaggio contemporaneo

A cura della Redazione Nagora

La stazione dell’Alta Velocità Napoli Afragola rientra in un programma di nuove stazioni dei primi anni del 2000 che, con la nuova linea dell’Alta Velocità/Alta Capacità, bisognava realizzare nel nostro paese e che RFI ha lanciato utilizzando prevalentemente lo strumento del Concorso di Progettazione. Sono stati così banditi concorsi per le stazioni delle principali città…

L’architettura delle stazioni

L’architettura delle stazioni

A cura della Redazione Nagora

Le stazioni come luoghi di soglia o di margine dove si ripete centinaia di volte al giorno la liturgia del saluto o dell’addio. Luoghi che, sin dalla fine dell’Ottocento hanno ben espresso lo spirito della modernità architettonica e della crescita urbana delle grandi capitali internazionali. Da quelle ottocentesche come l’Anhalter-Banhof di Berlino, la stazione di…

Nuove forme d’abitare per la società che cambia

Nuove forme d’abitare per la società che cambia

A cura della Redazione Nagora

La diffusione dell’housing sociale nell’area di Napoli incontra, a nostro avviso, una resistenza che fa dipendere dalla conservazione del patrimonio edilizio esistente la sopravvivenza di un tipo di umanità ideale che resisterebbe ai cambiamenti in nome di valori solo in parte ancora condivisibili. Napoli resterebbe, in maniera controversa e spesso contro ogni evidenza, “nazione nel…

Abitare il futuro a 100k: verde, sostenibile e a basso costo

Abitare il futuro a 100k: verde, sostenibile e a basso costo

A cura della Redazione Nagora

L’housing sociale del futuro potrebbe essere verde, sostenibile ed economico. Mario Cucinella ha messo a punto nel 2007 un prototipo di abitazione a basso costo e zero emissioni che potrebbe andare incontro alle esigenze di un’ampia fascia di potenziali utenti aprendo una nuova frontiera dell’housing sociale. Il prototipo prende significativamente il nome di Casa 100k…

Territori a confronto in Campania per i Premi InArch 2015.

Territori a confronto in Campania per i Premi InArch 2015.

A cura della Redazione Nagorà

Interessante la conta dei premiati e menzionati fatta per aree geografiche distinte in provincie. Guardando la cartina della Campania, la provincia di Napoli è più piccola delle consorelle. Con essa al centro, i territori di Caserta e di Salerno disegnano un lungo ed articolato fronte tirrenico dal Garigliano a Sapri, dal Lazio alla Calabria. Risalendo…

La splendida “solitudine degli edifici” in un contesto ingrato

La splendida “solitudine degli edifici” in un contesto ingrato

A cura della Redazione Nagorà

Un bilancio dei Premi Inarch 2015 nell’area metropolitana di Napoli. I premi Inarch Campania 2015 hanno offerto un campione empirico ma sicuramente piuttosto indicativo dello stato dell’architettura nel nostro territorio al tempo della crisi. L’area metropolitana di Napoli è, probabilmente, in questo momento il problema urbanistico di maggiore rilevanza nazionale. In questo contesto difficile, che…

Stadio San Paolo

Stadio San Paolo

A cura della Redazione Nagorà

LO STADIO S.PAOLO, UNA STORIA INFINITA. È da alcuni anni che il tema del costruire nel costruito, e cioè di un intervento di modificazione dell’architettura del Novecento, è fortemente dibattuto. Limitando la riflessione agli edifici pubblici o di uso pubblico, le nuove esigenze funzionali ma anche le diverse e spesso complesse richieste normative che nel…

Lo Stadio nuovo di Bordeaux

Lo Stadio nuovo di Bordeaux

A cura della Redazione Nagorà

Se la forma non insegue l’esibizione. Il nuovo stadio a Bordeaux di Herzog & de Meuron. L’iperbole è la figura retorica che contraddistingue, in genere, la progettazione e la realizzazione degli impianti sportivi. La necessità di affrontare la grande dimensione spinge, talvolta, ad un tour de force strutturale che attribuisce a quest’ultima componente tutte le…

Via Settembrini

Via Settembrini

A cura della Redazione Nagorà

In seguito al nubifragio di eccezionali proporzioni abbattutosi sulla città di Napoli in data 15.09.01 (in poche ore sono caduti tra i 140 e i 180 mm di pioggia), si sono verificati allagamenti che hanno messo in crisi il sistema di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche, provocando numerosi dissesti in varie parti del territorio…


1 2 3 4
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Cesare de Seta: O' Cuorno e' un'idea di una volgarità sorprendente e rammarica che si sia scaduti dagli "apparati" di Sanfelice a O'Cuorno.

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli