Science Centre Napoli – Secondo classificato

A cura della Redazione Nagorà

Un giardino sul mare, che accompagna la Città della Scienza ad affacciarsi sul litorale flegreo, fronte all’isolotto di Nisida, al Golfo di Pozzuoli e alla vastità del Mediterraneo.

Uno spazio pubblico prezioso e significativo, disteso lungo la costa e animato delle funzioni dello Science Centre. Un edificio compatto che, levitando (inaspettatamente leggero) sopra ai Giardini della Scienza, connota il paesaggio con un gesto sobrio e asciutto, memoria — nelle forme e nei materiali — del passato industriale e delle vicissitudini della Città della Scienza, ma, al contempo, proteso verso il futuro.

Uno spazio pubblico dal carattere mediterraneo e urbano, collocato — al riparo delle intemperie e dal sole estivo — al di sotto dell’edificio principale, con lo sguardo rivolto al mare e, come cielo e come mura, i contenuti materiali e immateriali del museo. Una terrazza in copertura, con la buvette e gli spazi per soggiornare, punto privilegiato di osservazione di tutta la Città della Scienza e del suo rapporto con la terra e con il mare.

Il piano terrà dell’edificio è quindi una porzione di questi giardini, uno spazio dal carattere urbano sotto una grande piastra tecnologica. Qui si collocano, organizzati in nuclei più compatti e separati tra di loro, i laboratori, le agorà e gli spazi di servizio come biglietteria, lo shop e la buvette. Sempre al piano terra, facilmente accessibile, c’è l’officina dei bambini, con uno spazio aperto esclusivo e protetto.

Al piano terra si trovano anche, all’interno dell’edificio oggetto di recupero, il Fab Lab e il deposito principale, con accessi carrai per il carico-scarico delle merci e il locale impianti, e i servizi igienici per il pubblico. La Biglietteria centrale e l’ufficio informazioni, collocati in un luogo baricentrico rispetto alla Città della Scienza e al sistema degli accessi, sono un luogo di smistamento dei diversi flussi con chiara vocazione di diventare un servizio unitario per tutta la Città della Scienza.

L’officina dei Piccoli è disposta nella zona a sud: facilmente accessibile e con affaccio sul mare, contiene al suo interno una corte per le attività all’aperto e il controllo dei bambini. L’aver posto le parti espositive al primo piano rende permeabile il piano terra, consentendo di traguardare sempre il mare e permettendo il movimento libero delle persone e delle varie tipologie di fruitori in un grande spazio protetto, ombreggiato e vivibile.

 

Progettisti: Architetto Sonia Beatrice Calzoni, UNO-A Architetti Associati, BrunoEggerMazzoleni, Architetti Associati, Architetto Stefano Tropea, Ingegnere Francesco Iorio, Studio Associati Ing. Faletti –  Zenucchi.

21 gennaio 2016

Un commento per questo articolo “Science Centre Napoli – Secondo classificato”

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli