Science Centre Napoli – Terzo classificato

A cura della Redazione Nagorà

Il progetto per la Città della Scienza di Napoli è stata concepito come un oggetto unitario, sospeso in un forte contrasto tra la travagliata memoria storica e i nuovi problemi ambientali e sociali di un futuro che non possiamo più rimandare.

Come è noto, la Città della Scienza oltre a ricoprire un importante ruolo nella promozione e diffusione delle conoscenze scientifiche e tecnologiche, ha dato un notevole contributo ai processi di sviluppo e riqualificazione dell’area di Bagnoli.

Nei suoi anni d’attività, dall’ inaugurazione nel 2001 e fino alla sua distruzione in un incendio doloso nel 2013, il Science Centre era divenuto il principale museo interattivo della scienza in Italia per la qualità dell’offerta, dei contenuti, per l’alto livello di interattività, per le dimensioni dei suoi spazi e per l’innovazione delle tecnologie di comunicazione contenute nelle sue aree espositive.

Il nuovo Science Centre vede la sua rinascita sul sedime della vecchia struttura e di quanto si è salvato dal tragico incendio di quel 4 marzo. Nell’idea preliminare di progetto qui presentata, la memoria del passato viene evocata con chiarezza attraverso il mantenimento dei pilastri e dei lacerti di muratura sopravvissuti al disastro. Il ritmo preciso della maglia strutturale e l’inserimento di nuovi pilastri in legno in luogo di quelli andati completamente perduti ri-costruisce il percorso della memoria attraverso la riproposizione dell’impianto tipologico originario. I nuovi volumi si articolano partendo dell’edificio del Teatro e si sviluppano riprendendo l’impianto, le proporzioni ed il ritmo di quanto andato perduto, quasi a volerlo sostituire con discrezione e rigore. In realtà proprio davanti alla piazza centrale, sotto la presenza austera della ciminiera, i volumi si staccano dal suolo in un equilibrio fragile e potente tra i pilastri del vecchio edificio e i nuovi materiali.

 

Progettisti: Dorell Ghotmeh Tane Sarl (s.r.l.), B+G Ingenierie Bollinger+Grohmann Sarl, Manens-Tifs S.p.A., Architetto Federico Florena, Architetto Simone Amato

21 gennaio 2016

Un commento per questo articolo “Science Centre Napoli – Terzo classificato”

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Cesare de Seta: O' Cuorno e' un'idea di una volgarità sorprendente e rammarica che si sia scaduti dagli "apparati" di Sanfelice a O'Cuorno.

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli