Padoan, addio Schengen più pericoloso della crisi dell’euro

A cura della nagora

Con l’emergenza rifugiati «quello che è in discussione è il trattato di Schengen ed è più pericoloso della crisi dell’euro di qualche anno fa». Lo ha detto il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo all’Università La Sapienza ad un convegno sul futuro dell’Ue.
Secondo la stima ipotetica fatta dalla Commissione Ue, una reintroduzione sistematica dei controlli alle frontiere interne dell’Ue nell’area Schengen avrebbe costi diretti da 5 a 18 miliardi di euro l’anno. È la stima ipotetica fatta dalla Commissione Ue contenuta nelle previsioni economiche di primavera.
Il commissario europeo Dimitris Avramopoulos in un’intervista all’Ansa ha poi dichiarato che «Schengen non sta morendo. Al contrario, la Commissione Ue sta facendo di tutto per ripristinarla e tornare alla normalità, come indicato nella roadmap ‘Back to Schengen’. Ma per andare avanti – avverte – servono passi intermedi. Ciò che vogliamo raggiungere non può accadere in una notte, per questo dobbiamo assicurare un processo graduale, anche se significa permettere controlli temporanei eccezionali alle frontiere interne».

Fonte: Il Mattino.it

3 maggio 2016

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Inserimenti
Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Fondi UE, serve una visione diversa. Nando Santonastaso e gli economisti Giannola, @massimolocicero Musella e @RRealfonzo da oggi su Nagora

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli