Terremoti: Napoli; ecco la nuova ‘mappa’ per attenuare rischi

A cura della nagora

I cittadini napoletani da oggi possono trovare sul sito del Comune di Napoli le informazioni e le direttive da seguire in caso di terremoto; sulle pagine web dell’Amministrazione è stata caricata la pagina ‘Rischio sismico’ che illustra il piano presentato, oggi alla stampa, dal vicesindaco Raffaele Del Giudice. Il piano nazionale di classificazione sismica ha inserito la città di Napoli come zona sismica 2 cioè soggetta a media sismicità in cui possono verificarsi “forti terremoti”. Da qui la necessità – come spiegato da Del Giudice – “di ammodernare e rivedere il piano sismico di Protezione civile della città”. Il piano comunale ha individuato 129 aree di emergenza da utilizzarsi come aree di attesa; sono dislocate “in modo omogeneo” su tutto il territorio cittadino e sono i punti dove la popolazione deve raccogliersi in caso di scossa sismica. Le aree sono state individuate dopo “attenti sopralluoghi” e soddisfano criteri di sicurezza idraulica e idrogeologica. Il piano individua anche 10 postazioni ‘Presidi radio’ che saranno presidiate da associazioni di volontariato dotate di radio e in comunicazione con il Comitato operativo comunale (Coc) e 3 aree di ‘ammassamento’ dove far confluire i mezzi di soccorso e consentire loro di occuparsi della logistica. “Per la prima volta a Napoli – ha detto Del Giudice – i cittadini hanno la possibilità di avere delle istruzioni su dove recarsi e come comportarsi in caso di scossa sismica e invito tutti a informarsi. Non vogliamo allarmare nessuno – ha aggiunto – ma è un servizio che dobbiamo dare alla città inserita nel rischio sismico. Con questo strumento si fa conoscenza e partecipazione. L’amministrazione sta predisponendo una fitta campagna di informazione che sarà realizzata attraverso i social con la creazione di un’apposita pagina Facebook di Protezione civile, con materiale cartaceo e con 129 paline che saranno installate in città. Del Giudice ha annunciato anche delle simulazioni che saranno realizzate per step. In una prima fase sarà coinvolta la struttura, a seguire i mezzi e infine la popolazione. “Non saranno una scampagnata – ha detto Del Giudice – sarano effettuate con un alto livello di scientificita’. Nostro compito è la attuare una fondamentale comunicazione di servizio”.

Fonte: Ansa

22 novembre 2016

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
  • Instagram Image
Ultimi Tweet

Cesare de Seta: O' Cuorno e' un'idea di una volgarità sorprendente e rammarica che si sia scaduti dagli "apparati" di Sanfelice a O'Cuorno.

Contatti
Tel : 081-7172111
Email : nagora@nagora.it
Indirizzo : Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli